Pratica

Asana e Bandha

Yoga a casa

yoga

Per chi vuole praticare yoga a casa, ecco un po' di consigli.

Respirazione: respirate sempre attraverso il naso, a meno che non siano date precise indicazioni contrarie. Cercate di coordinare il respiro con la pratica dell'asana.

Consapevolezza: è essenziale per la pratica delle asana come per tutte le pratiche di yoga. Lo scopo della pratica delle asana è influenzare, integrare e armonizzare tutti i livelli dell'essere: fisico, pranico, mentale, emozionale, psichico e spirituale. La consapevolezza ha molte connotazioni ma, in questo contesto, si può intendere come il notare coscientemente il movimento fisico, la postura in se stessa, il controllo e la sincronizzazione del respiro, il conteggio mentale, le sensazioni del corpo, il movimento del prana, la concentrazione su un'area del corpo o su un chakra e sulle sensazioni che possono sorgere durante la pratica.

Orario della pratica: le asana possono essere praticate in qualsiasi ora del giorno, eccetto subito dopo i pasti. Il momento migliore è nelle due ore che precedono il sorgere del sole. In tale periodo, l'atmosfera è pura e tranquilla, le attività di stomaco e intestino sono ridotte, la mente è più leggera. Il praticante troverà che i muscoli sono più rigidi la mattina presto, tuttavia questo è un momento propizio per la pratica. Anche la sera, nelle due ore che includono il tramonto, è un periodo favorevole.

Luogo della pratica: praticate in una stanza calma e tranquilla, ben aerata, ma lontano da correnti. Potete praticare anche all'aperto, in un posto piacevole, come per esempio un giardino. Non praticate dove c'è vento forte, al freddo o sotto il sole troppo caldo e dove c'è aria sporca.

Abbigliamento yoga: durante la pratica è meglio indossare abiti larghi, leggeri e comodi. Prima di iniziare togliete gli occhiali, l'orologio e i gioielli.

Svuotare l'intestino: sarebbe preferibile, prima di iniziare la pratica delle asana, svuotare l'intestino e la vescica.

Dieta: non vi è alcuna speciale regola dietetica per chi pratica le asana benché sia meglio mangiare cibo naturale e con moderazione. Contrariamente all'opinione popolare, lo yoga non afferma che si deve diventare vegetariani, anche se è consigliato negli stadi più avanzati.   

FONTE

"Asana Pranayama Mudra Bandha" di Swami Satyananda Saraswati (Edizioni Satyananda Ashram Italia)