Filosofia e spiritualità

La millenaria conoscenza spirituale indiana

UPANISHAD MEDIEVALI

Darsana-Upanishad

Darsana (collegata al "Samaveda", genere "Yoga")    

 

Om! Lasciate le mie membra e di parola, Prana, gli occhi, le orecchie, la vitalità e tutti i sensi crescono in forza. 

Tutta l'esistenza è il Brahman delle Upanishad. 

Posso mai negare Brahman, né Brahman negarmi.

Non ci devono essere smentite da tutti:

Non ci devono essere smentite, almeno da me. 

Possano le virtù che vengono proclamati nelle Upanishad in me, che sono dedicato alla Atman, esse possono risiedere in me. 

Om! Che ci sia pace in me! 

Che ci sia pace nel mio ambiente! 

Che ci sia pace nelle forze che agiscono su di me! 

Om Shanti! Shanti! Shanti!

 

Dio Dattatreya è la reincarnazione dei quattro Vishnu armato e lui è il padrone del mondo. Sankrithi è un grande devoto e un saggio ed è un esperto di yoga e anche un discepolo di Dattatreya. Si avvicinò il suo maestro (Dio Dattatreya) con umiltà e con le mani giunte, quando il suo insegnante era solo e gli ha chiesto, "Oh Dio, la prego di dirmi la scienza dello yoga, che ha otto filiali e cinque sthana diverse (posti) sapendo che Io raggiungerò la salvezza ". 

 

Dattatreya gli disse: "Eh Sankrithi, ti dirò sullo Yoga, che ha otto filiali. Gli otto rami sono Yama, Niyama, Aasana, Pranayama, Prathyahara, Dharana, Dhyana e Samadhi. 

 

1. Yama che è il primo è la pratica della non-violenza, la verità, non il possesso di proprietà altrui, il celibato, la misericordia, l'onestà, la pazienza, la stabilità, la disciplina cibo e la pulizia. 

 

2. Niyama sono i dieci aspetti della penitenza, la gioia, l'ortodossia, la carità, culto del dio, audizione di filosofia, paura per le azioni cattive, chiaro intelletto, canti e austerità. 

 

3. Le nove Asana importanti sono Swasthika (Swastika), Gomukha (mucche faccia), Padma (loto), Vira (valoroso), Simha (leone), Badra (sicuro), Muktha (gratuito), Mayura (pavone) e Sukha (piacevole). Oh salva, tale posizione, qualunque essa sia, ma che ti fa comodo e ti dà il coraggio di intraprendere Yoga è chiamato Sukhasana, persone che non hanno la forza di assumere altre posizioni possono utilizzare tale. Vittoria nella posizione seduta è come la vittoria sui tre mondi. Una volta che l'Asana è fissa, si dovrebbe praticare Pranayama. 

 

4. Sia in cima alla montagna o sulla riva del fiume o sotto un albero Bilwa nella foresta, dopo aver scelto un luogo pulito, che è accettabile per la mente e dopo aver stabilito un posto per fare tapas (Asram), sedersi in Asana, che è più familiare di fronte a est o nord. Poi sedersi con il collo corpo e la testa in linea retta, coprire il viso e concentrare la visione con la migliore attenzione possibile sul nettare che fluisce dal quarto stato della luna come punto alla fine del naso. Disegnare l'aria all'interno utilizzando i polmoni, conservarla nello stomaco, meditare sulla fiamma del fuoco all'interno del corpo e poi spostare la meditazione alla radice del fuoco con il suo suono. Poi l'uno intelligente espirare e disegnare il Prana con Pingala (Nadi che è bruna e si trova sul lato destro della Sushumna Nadi), e meditare sul Agni Bheeja. Ancora una volta si deve espirare e inspirare di nuovo in mezzo con Ida (Nadi che è piacevole e si trova sul lato sinistro della Sushumna). Uno dovrebbe avere e vivere in un luogo segreto a praticare questo esercizio sei volte per 3-4 giorni o 3-4 settimane all'alba, a mezzogiorno e al tramonto. Ciò aiuta a ripulire le Nadi. Lentamente inizierà mostrando simboli. Il corpo diventerà la luce, il fuoco nello stomaco si brucia bene e la voce sarebbe diventata più chiara. Questi sono i simboli di Siddhi (ottenendo padronanza). Fino a vedere questo, si deve praticare. 

 

5. Ora vi racconto Prathyahara. Per utilizzare forza e deviare gli organi sensoriali che normalmente viaggiano secondo la loro natura è Prathyahara. Chi conosce Brahma dire che vedendo tutto ciò che noi vediamo come la forma di Brahman è Prathyahara. Prathyahara inoltre sta facendo atti puliti o sporchi come quelli appartenenti al Brhaman. Altr facendo attività religiose quotidiane dopo di loro dedica a Dio e allo stesso modo fare le attività che desideriamo è anche Prathyahara. Oltre a questa aria inalazione (ossigeno) e sostare in luoghi diversi è anche Prathyahara. L'uomo saggio si sedeva in Swasthikasana, disegnare il respiro fino a riempirsi dalla testa ai piedi e tenerlo in due piedi, Muladhara, stomaco, centro del cuore, parte inferiore del collo, alla mandibola, al centro delle palpebre, la fronte e nella parte superiore del cranio. Poi dovrebbe lasciare fuori la convinzione che il corpo è se stessi e fare quel pensiero come nirvikalpa e si fondono con il Paramatma. Gli esperti di Vedanta dicono che questo è vero Prathyahara. Non c'è nulla che non possa essere raggiunto da coloro che praticano in questo modo. 

 

6. Ora vi dirò i cinque tipi di Dharana (in possesso di stabilità - una fase di meditazione - qui cerchiamo di tenere su ciò che stiamo mediando senza vacillare). Nel cielo, che è al centro del corpo, Dharana del cielo esterno dovrebbe essere fatto . Analogamente, nel respiro, Dharana di aria esterna dovrebbe essere fatto. Nel fuoco nello stomaco, Dharana del fuoco fuori dovrebbe essere fatto. Negli aspetti fluidi del corpo, Dharana dell'acqua esterna dovrebbe essere fatto. Nel terroso aspetti del corpo, Dharana della terra esterno dovrebbero essere. Sage, inoltre è necessario cantare il pancha bhutha mantra vale a dire., Ham, Yam, Ram, Vam e Lam. Si dice che questo grande Dharana distrugge tutti i peccati. Nel corpo fino al ginocchio è l'aspetto della terra, da lì fino dell'anca è l'aspetto di acqua, fino al cuore è l'aspetto di fuoco, fino a mezzo palpebre è l'aspetto di aria e poi fino a al centro del cranio è l'aspetto del cielo. Sotto l'aspetto della terra Brahma deve essere posizionato, sotto l'aspetto di acqua Vishnu deve essere collocato, sotto l'aspetto del fuoco Rudra deve essere collocato, sotto l'aspetto della Iswara aria dovrebbe essere collocato e sotto l'aspetto del cielo, la Sadashiva dovrebbe essere collocato. He grande saggio, voglio anche dirvi altro Dharana. Nel Jivatma, che Shiva signore che governa tutto ed è la personificazione della saggezza dovrebbe essere collocato. Per ottenere la liberazione di tutti i peccati, l'uomo saggio dovrebbe sopprimere gli dei come Brahma in sé causativo, e posizionare l'Avyakta (ciò che non è chiaro) che è informe e che è la causa principale dentro tutta l'anima, con il canto dei Pranava. Egli dovrebbe controllare gli organi sensoriali dalla mente e dovrebbe fondersi con l'anima. 

 

7. Passo ora a raccontarvi Dhyana (meditazione) che distrugge il dolore. Dhyana dovrebbe essere fatto di quel Maheswara, che è la medicina per i problemi derivanti la nascita, che è la disciplina e la base fondamentale del mondo, che è la forma di Para Brahma, che ha il potere maschile verso l'alto, che è la forma del mondo, che è Virupaksha, e chi è il capo di tutti gli yogi come "Io sono Lui". Allora continuare a fare Dhyana di colui che è al di là della portata della meditazione, che è la personificazione della Sachidananda Brahman, e che è l'anima della persona come "Io sono Lui", per raggiungere la salvezza. Nella mente di quel grande Purusha che pratiche come questa, la scienza del Vedanta sembrerebbero automatiche. Non vi è alcun dubbio. 

 

8. Ora vi dirò su Samadhi (stato di profonda meditazione) che distrugge i mali della nascita e della morte. Samadhi è quello stato in cui vi è conoscenza che Jivatma e Paramàtmà sono uno. Atma (anima) è pieno di tutto per sempre e non ha movimento o macchia. Anche se è uno, a causa degli effetti di illusione, appare come oggetti diversi. Davvero non vi è alcuna differenza tra questi cosiddetti oggetti. Quando uno vede tutti gli oggetti all'interno di se stesso e lui come una parte di tutti gli oggetti, egli raggiunge Brahman. Quando uno si affoga nel Samadhi e non vede oggetti diversi come diverso, poi si raggiunge l'obiettivo unico della salvezza. Quando vede solo la vera anima e il mondo intero apparire come un'illusione, lui è guarito del tutto dal dolore. 

 

Così consigliato dal Signore Dattatreya il saggio Sankrithi completamente perde tutta la sua paura e raggiunto quello stato beato, in profondità in se stesso. 

 

Om! Prego le mie membra e discorsi, Prana, gli occhi, le orecchie, la vitalità e tutti i sensi crescono in forza

Tutta l'esistenza è il Brahman delle Upanishad

Posso mai negare Brahman, né Brahman mi nega

Non ci devono essere smentite a tutti:...

Sia essere smentito, almeno da me

Possano le virtù che vengono proclamate nelle Upanishad siano in me, che sono dedicato all'Atman,..! esse possono risiedere in me

Om! Che vi sia pace in me!

Che ci sia pace nel mio ambiente!

Che vi sia pace nelle forze che agiscono su di me! 

 

Qui finisce la Darsana Upanishad, come contenuta nel Sama-Veda.

 

FONTI

www.wikipedia.org

www.vedarahasya.net