Filosofia e spiritualità

La millenaria conoscenza spirituale indiana

UPANISHAD MEDIEVALI

Yogasikha-Upanishad

Yogasikha (collegata al "Krsna Yajurveda" genere "Yoga"). Il testo promuove l'adozione della postura del loto (padmasana) e la meditazione, con una mente controllata, sulla om del cuore. Tramite tale pratica yogica lo yogin ascende, attraverso la sushumna nadi, alla sommità del capo, dove vede l'essere supremo e distrugge il samsara. 

 

<<Senza lo yoga come potrebbe mai la conoscenza conferire la liberazione? Senza la conoscenza poi come potrebbe lo yoga procurare la salvezza? Pertanto chi ardentemente desidera più d'ogni altra cosa la liberazione dovrebbe sforzarsi di perseguire sia la gnosi sia lo yoga>>.

 

( Yogasikhopanishad I, 13-14a )

 

<<Il supremo Assoluto è somma verità, e ha come attributi caratteristici essere, coscienza e beatitudine. Inconoscibile, inesplicabile, inavvicinabile dalla parola o da altrimenti, esso è puro, sottile, privo di forma, immutabile, immacolato. E' altresì infinito, esente da distinzioni, incomparabile, salvifico>>.

 

( Yogasikhopanishad II, 16-17 )

 

FONTI

www.wikipedia.org

www.gianfrancobertagni.it

"Il Pensiero Yoga" di Peter Connolly (EDIZIONI RED)