· 

L'EFFETTO ANTINFIAMMATORIO DELLO YOGA

L'effetto antinfiammatorio dello yoga

L'infiammazione è un processo che conoscete senz'altro, se avete sofferto di acne, sinusite, allergie, artrite e persino di raffreddore comune, oppure se avete avuto un'irritazione provocata dall'edera velenosa. Per proteggersi e per combattere invasori pericolosi, come batteri o virus, l'organismo mette in circolo globuli bianchi e una gran varietà di cellule immunitarie. Se per caso vi ferite a un alluce, il processo infiammatorio provocherà irritazione e lo farà diventare caldo, gonfio, rosso e dolorante. L'infiammazione inoltre è il modo in cui il corpo cerca di sbarazzarsi del fastidioso agente irritante per iniziare il processo di guarigione.

 

Se però l'invasore da combattere non è individuabile, ad esempio in malattie come l'artrite, l'infiammazione finisce per fare più male che bene, danneggiando i tessuti e causando affaticamento, dolore, perdita del sonno e dell'appetito. Molte altre malattie che non consideriamo infiammatorie, magari perché non provocano lesioni visibili, sono state in realtà messe in relazione con uno stato infiammatorio lieve ma cronico, tra queste: l'obesità, le patologie cardiache, il cancro e persino la depressione.

 

L'effetto antinfiammatorio dello yoga è una delle ragioni per le quali questa disciplina contribuisce a combattere un'ampia gamma di malattie, tra cui quelle legate alle infiammazioni invisibili. La pratica regolare dello yoga, determina un aumento delle proteine antinfiammatorie chiamate apolipoproteina A1 e adiponectina. L'apolipoproteina A1 è un componente del colesterolo buono, un complesso di lipoproteine ad alta densità, chiamate anche HDL, che aiuta a ripulire le pareti arteriose da colesterolo e grassi e ha proprietà antinfiammatorie. L'adiponectina, invece, è un ormone proteico antinfiammatorio che aiuta a tenere a bada la glicemia e che presenta valori inferiori negli adulti in sovrappeso o nei malati di diabete.

 

C'è poi un altro gruppo di proteine messaggere, chiamate citochine, che sono un po' i postini del sangue. Ve ne sono di tipi diversi e ciascuno è in grado di segnalare l'interruzione o l'inizio dell'infiammazione. Lo yoga fa diminuire le citochine che provocano infiammazione e aumentare quelle che la bloccano; inoltre, rafforza il sistema immunitario abbassando il cortisolo, cioè l'ormone dello stress, e favorisce una maggiore produzione di proteine che difendono l'organismo.